Procedure di cancro cervicale

Il cancro cervicale è un tumore riproduttivo femminile che colpiscono circa 11.270 donne negli Stati Uniti nel 2009, secondo l'American Cancer Society. Il cancro cervicale è spesso rilevato nel corso di un Pap test di routine, un test che rileva le cellule anomale. Le opzioni di trattamento per il cancro del collo dell'utero dipendono dallo stadio della malattia.

Identificazione

La cervice, situata nella parte inferiore dell'utero, funge da collegamento tra l'utero e la vagina. Quando nasce un bambino, la cervice si dilata progressivamente per consentire il passaggio del bambino dall'utero attraverso il canale vaginale. Secondo il National Cancer Institute, quando il cancro del collo dell'utero si sviluppa, inizia lentamente e può apparire a prima vista come cellule anormali. Alla fine, le cellule tumorali cominciano a crescere nella cervice, penetrando in profondità nel tessuto.

Sintomi e diagnosi

Le donne che hanno il cancro cervicale spesso mostrano sintomi della malattia, soprattutto nelle fasi iniziali. Coloro che hanno sintomi può notare dolore nella zona addominale o pelvica inferiore, sanguinamento vaginale, dolore durante il rapporto sessuale o una scarica insolito. Un Pap test viene utilizzato per testare per il cancro cervicale. Nel corso di un Pap test, un piccolo pennello o con il tampone viene utilizzato per raschiare le cellule dalla vagina e la cervice per il test. Se vengono trovate cellule anomale, il medico può decidere di fare un Pap ripetere pap per confermare i risultati o può esaminare la cervice più stretto contatto con un colposcopio, uno strumento speciale che fornisce un'immagine ingrandita della cervice. Durante la colposcopia, le cellule possono essere raccolte per un ulteriore esame e la determinazione della diagnosi. Una biopsia eseguita in anestesia generale può anche essere necessario se il medico vuole esaminare le cellule in profondità all'interno della cervice.

Chirurgia

Diversi tipi di chirurgia sono usati per rimuovere il cancro cervicale. Durante l'intervento chirurgico laser, un raggio laser si rivolge alle cellule anormali e distrugge le cellule bruciandoli. La chirurgia laser è comunemente usato per trattare il cancro preinvasiva, come è criochirurgia. Durante cyrosurgery, cellule anormali sono congelati e uccisi utilizzando una sonda speciale trattata con azoto liquido. Conizzazione viene utilizzato per rimuovere una sezione a forma di cono della cervice in stadio precoce del cancro del collo dell'utero. Dopo il cono viene rimosso viene biopsia. Se le cellule tumorali si trovano nei bordi del cono, può essere necessario un trattamento aggiuntivo. In casi di cancro avanzato isterectomia può essere usato per rimuovere chirurgicamente la cervice e dell'utero. Le donne che desidera comunque avere figli può essere in grado di avere un trachelectomia. Durante questa procedura, la parte superiore della vagina e la cervice vengono rimossi e un punto speciale viene inserito nella cervice per formare un'apertura artificiale.

Radioterapia

Durante la terapia di radiazioni, raggi X ad alto dosaggio sono finalizzate alla zona cervicale, uccidere le cellule tumorali. La radioterapia è disponibile nelle forme esterne e interne. La radioterapia esterna è completata in 6 o 7 settimane e può essere accompagnata da chemioterapia. La brachiterapia è la forma interna della radioterapia effettuata inserendo materiale radioattivo nella vagina in un cilindro o attraverso aghi inseriti nelle cellule cancerose. Gli effetti collaterali della radioterapia possono includere nausea, affaticamento, viscere allentati, il vomito e la pelle che sembra essere bruciato dal sole. In alcuni casi, il tessuto cicatriziale provoca un restringimento della vagina. Fare sesso o stiramento delle pareti vaginali 3 o 4 volte alla settimana con un dilatatore può aiutare a risolvere questo problema.

Chemioterapia

La chemioterapia utilizza farmaci potenti che colpiscono e uccidono le cellule tumorali. Questi farmaci sono presi per via orale o sono iniettati nelle vene. La chemioterapia può essere utilizzato in combinazione con radioterapia o chirurgia per migliorare l'efficacia di questi trattamenti. Gli effetti collaterali della chemioterapia possono includere perdita di capelli, vomito, nausea, aumento del rischio di sviluppare infezioni e malattie, stanchezza, piaghe in bocca o perdita di appetito.