Perché il chemioterapia influisce follicoli dei capelli?

La chemioterapia si riferisce ad una classe di terapia medica usato per trattare il cancro. Ci sono oltre 100 diversi tipi di farmaci chemioterapici, con diversi metodi di somministrazione del farmaco e variando dosi e livelli di efficacia. Tuttavia, la maggior parte degli agenti chemioterapici hanno una proprietà in comune: essi sono progettati per interferire con la riproduzione delle cellule. Questa struttura di farmaco chemioterapico è responsabile per la sua efficacia nella lotta contro il cancro, ma è anche responsabile per il suo effetto sui follicoli.

Il Ciclo Cellulare

Per comprendere l'effetto della chemioterapia sui follicoli piliferi, è essenziale per comprendere la funzione delle cellule e riproduzione cellulare. Alcune cellule del corpo, come le cellule tumorali e le cellule nei follicoli di capelli, riproducono frequentemente. Ciò significa che la cellula originaria fa una copia di se stesso e poi muore. Ci sono cinque fasi per la riproduzione delle cellule, che si verificano in un periodo di tempo. Al termine delle cinque fasi, la cella originale ha creato una copia di sé, e questa nuova cella è in grado di assolvere la stessa funzione come la cella originale serviva.

Fasi del ciclo cellulare

Le cinque fasi del ciclo di riproduzione includono G0, G1, S, G2 e M. La fase G0 è la fase di riposo, quando la cellula non ha ancora iniziato a dividere o riprodurre. Cellule del follicolo dei capelli non rimangono in questa fase di riposo per molto tempo prima di ricevere un segnale per passare alla fase G1 e iniziare la riproduzione. Nella fase G1, che dura tra 18 e le 30 ore, la cella si ingrandisce e comincia a produrre più proteine. In questo modo la cellula di dividere poi in due cellule, con ogni cella forte abbastanza per sostenere se stessa e di essere normalmente dimensionati. Segue la fase di "S", e dura tra 18 e 20 ore. Nella fase S, il DNA della cellula originale viene copiata in modo che la nuova cellula avrà la stessa struttura del DNA come la cella originale. Nella fase G2, che segue e dura tra due e 10 ore, il DNA è controllata e la cella inizia il processo di suddivisione in due celle separate. Nella fase finale M, la cella effettivamente divide. Questo richiede tra i 30 ei 60 minuti.

Le cellule dei capelli e chemioterapia

La chemioterapia generalmente attacca le cellule nella fase S o M, prevenzione di riproduzione della cellula. Dato che le cellule tumorali sono continuamente riproducono, questo chemioterapia ha l'effetto di distruggere o uccidere le cellule tumorali interferendo con il processo di riproduzione. Purtroppo, la chemioterapia non può dire la differenza tra le riproducono rapidamente le cellule tumorali e le riproducono rapidamente cellule del follicolo pilifero. Così, la chemioterapia interrompe anche le cellule del follicolo dei capelli durante la loro riproduzione, causando loro di essere in grado di dividere e riprodursi correttamente pure.

Quando sarà la perdita dei capelli si verificano?

In genere, la perdita dei capelli inizia entro due settimane a partire chemioterapia, perché la maggior parte delle cellule del follicolo dei capelli hanno provato e non è riuscito a riprodurre da questo punto. Alcuni pazienti riferiscono sentire un formicolio sul cuoio capelluto o un cuoio capelluto irritato quando inizia la perdita di capelli. Se l'agente chemioterapico è abbastanza forte da causare la perdita completa dei capelli, il processo di perdita di capelli di solito è finito tra tre e sette giorni dopo la perdita dei capelli ha cominciato, quando non ci sono rimanenti cellule follicolari capelli sani. La perdita dei capelli non è permanente e si ferma quando la chemioterapia, le cellule del follicolo pilifero sane cominciano a riprodurre di nuovo.

Come gestire la perdita di capelli

La perdita dei capelli non può essere arrestato o diminuito. I pazienti non devono tentare di fermare la perdita di capelli con ghiaccio, in quanto ciò potrebbe ridurre la capacità di chemioterapia per uccidere eventuali cellule tumorali intorno alla testa.