Effetti nocivi della chemioterapia

La chemioterapia è uno dei trattamenti più comunemente utilizzati per affrontare il cancro. Si tratta di un processo che fa uso di prodotti chimici citotossici di sterminare le cellule tumorali. Le sostanze chimiche possono sia essere iniettato o assunto per via orale. La chemioterapia può essere somministrata anche da sfregamento sul corpo del paziente. I prodotti chimici utilizzati in chemioterapia può essere molto potente e causare vari effetti collaterali che possono essere molto dannoso.

Infezione

I pazienti che si sottopongono a chemioterapia sono a rischio di infezione, che è uno dei più gravi effetti della chemioterapia. In realtà, secondo Peter H. Wiernik, autore di malattie neoplastiche del sangue, gli studi hanno dimostrato che fino al 40 per cento dei pazienti finiscono per sviluppare infezioni mentre sottoposti a chemioterapia. La ragione per la maggiore vulnerabilità dei pazienti chemioterapia è che i farmaci non riescono a distinguere tra le cellule tumorali e normali. Così, anche i globuli bianchi che funzionano per combattere le infezioni sono sradicate.

Disidratazione

Un altro effetto collaterale potenzialmente mortale della chemioterapia è la disidratazione o l'estrema perdita di liquidi nel corpo. La chemioterapia può causare vomito e diarrea nei pazienti sottoposti a trattamento. Se l'espulsione dei liquidi superiore alla dose, può verificarsi la chemioterapia disidratazione. Ciò che rende pericolosa disidratazione è causa la perdita di elettroliti come potassio e sodio. La disidratazione a causa della chemioterapia può essere se non viene affrontata attraverso la somministrazione di fluidi per via endovenosa in pericolo di vita.

Trombocitopenia

La trombocitopenia è una condizione in cui si ha più bassi del normale conta piastrinica. Le piastrine, noto anche come trombociti, contribuire a formare coaguli di sangue e prevenire emorragie. Senza una quantità sufficiente di questi materiali, sanguinamento prolungato può verificarsi in caso di un taglio o contusione. Se la trombocitopenia è diagnosticata, il paziente può avere per fermare la chemioterapia per recuperare. La trasfusione di piastrine può essere effettuata anche.

Cistite emorragica

Cistite emorragica è l'improvvisa comparsa di ematuria o di sangue nelle urine. Può accadere durante o immediatamente dopo la chemioterapia come trattamento. Cistiti emorragiche possono essere causate da alcuni farmaci utilizzati in chemioterapia, come Cyclophasphamide e Ifosomide. Cistite emorragica è una condizione grave, perché può portare a notevoli quantità di perdita di sangue e urosepsi o un'infezione pericolosa per la vita nel tratto urinario.

Trombo

Trombo, un altro effetto nocivo di chemioterapia, è una condizione in cui il blocco del flusso di sangue si verifica a causa della presenza di coaguli di sangue. Quando questo accade, può portare ad una varietà di risultati critici. Ad esempio, se un trombo si trova nel cuore arteria, si può verificare un attacco cardiaco. Se il coagulo di sangue è sloggiato e finisce per viaggiare attraverso il flusso sanguigno, un embolo si pone. Questa è anche una condizione grave, perché può bloccare un'arteria nel polmone, che può causare dolori al petto e mancanza di respiro.