Chemioterapia & Neuropatia Prevenzione

Mentre la chemioterapia è spesso cruciale nel trattamento del cancro, non è privo di effetti collaterali e rischi. Inoltre la perdita di capelli, nausea e stanchezza, molti farmaci chemioterapici possono causare danni nei nervi periferici. Con indotta da chemioterapia neuropatia periferica (CIPN), si può iniziare a provare dolore, intorpidimento, debolezza e altri problemi a causa di danni ai nervi. Tuttavia, sono a disposizione per aiutare a prevenire la neuropatia alcune misure.

Supplementi

Over-the-counter integratori possono aiutare a prevenire potenziali danni ai nervi causati da alcuni farmaci chemioterapici. La vitamina E sembra essere più efficace, dato che funziona come antiossidante nel vostro sistema. Prendendo un supplemento di vitamina E, è possibile proteggere le terminazioni nervose dai danni causati da farmaci chemioterapici, come il cisplatino e paclitaxel. Secondo uno studio riportato dalla American Academy of Neurology, una dose di 600 mg di vitamina E assunta quotidianamente durante la chemioterapia e tre mesi dopo il trattamento ha ridotto verificarsi di CIPN. Solo il 25 per cento dei partecipanti che assumono vitamina E danno del nervo esperto rispetto al 73 per cento di quelli senza supplementazione di vitamina E.

Si può anche rispondere bene a aminoacidi, come la carnitina o glutammina, così come integratore proteico. Per ottenere i migliori risultati, prendere integratori al giorno per la durata del trattamento. Parlate con il vostro medico circa il dosaggio appropriato per la vostra altezza, peso e la salute.

Una combinazione di calcio e magnesio può anche essere utile nella lotta contro alcuni casi di neuropatia periferica. Ma invece di un integratore orale, questi nutrienti sono lentamente somministrati per via endovenosa prima e dopo il trattamento da un infermiere o altro professionista medico. Secondo l'American Cancer Society, uno studio su pazienti con oxaliplatino nel trattamento del cancro ha dimostrato meno casi di CIPN quando data una combinazione per via endovenosa di calcio e magnesio rispetto a quelli che non hanno ricevuto questo trattamento.

Farmaci

Un altro modo potenziale per prevenire la neuropatia periferica è attraverso la prescrizione di farmaci. La classe di farmaco anticonvulsivante ha mostrato i maggiori benefici fino ad oggi. Questo tipo di farmaco non ha solo dimostrato efficace per l'attività delle cellule nervose associata a convulsioni, ma anche ha ridotto la probabilità di danno delle cellule nervose durante una crisi. Pertanto, si può impedire la neuropatia periferica indotta dalla chemioterapia. Parlane con il tuo oncologo se un anticonvulsivante può funzionare per voi.

Chemioterapia

Come la chemioterapia viene somministrata può anche ridurre efficacemente probabilità di neuropatia periferica. La maggior parte delle tecniche di modificare il periodo di tempo i farmaci sono somministrati, in modo da parlare con il vostro oncologo prima del trattamento. Talvolta, estendendo la durata di una sessione da un'ora a sei ore può prevenire danni ai nervi. Riceverete la stessa dose, poco più di un periodo di tempo più lungo. Se questa non è un'opzione, può essere possibile per rompere la dose in più di una sessione. Oppure la dose può essere somministrato attraverso una flebo nel corso di un certo numero di giorni.