Come ridurre il rischio di osteoporosi

L'osteoporosi è l'indebolimento delle ossa a causa della perdita di matrice ossea e calcio. Questo fa sì che le ossa di frattura e si rompono facilmente. Gli studi hanno dimostrato che le donne sono quattro volte più probabilità di soffrire di osteoporosi rispetto agli uomini. L'invecchiamento è una delle principali cause di perdita di massa ossea con l'alimentazione, alcuni farmaci, benessere fisico e la menopausa. E 'stato dimostrato che la perdita ossea è maggiore entro i primi 7 anni dopo la menopausa. Questo articolo tratterà alcuni fattori di rischio e dare consigli per ridurre il rischio di osteoporosi.

Istruzione

Cura •  presa di corpo comprende prendersi cura delle tue ossa. Sappiamo tutti che l'importante funzione di anatomia dello scheletro del corpo umano, e come invecchiamo queste strutture otteniamo più deboli e più suscettibili di anca, polso e fratture vertebrali. E 'importante per ottenere regolari check-up fisici con il medico. Parlate con il vostro medico di avere una densità minerale ossea (BMD) test per verificare se si è a rischio di osteoporosi. Il test utilizza piccole quantità di radiazione o di onde sonore per determinare la quantità di massa ossea che hai perso e come deboli, sottili o porose le ossa sono diventati. Si raccomanda che tutte le donne di età superiore ai 65 hanno uno screening test BMD fatto.

•  La perdita di calcio dalle ossa si verifica thoughout vita di una persona, quindi è di vitale importanza per ricostituire il corpo con il calcio attraverso l'assunzione supplementare sia con compresse di calcio o attraverso la dieta. si raccomanda che le donne hanno bisogno di 1200 mg di calcio ogni giorno per ridurre il rischio di frattura a causa dell'osteoporosi. La dieta dovrebbe includere cibi ricchi di calcio, di contenuti come prodotti a basso contenuto di grassi lattiero-caseari, uova, latte, formaggi e yogurt. Verdure come il tofu, le mandorle e verdure a foglia verde sono molto ricchi di calcio.

•  La vitamina D è importante anche per integrare nella dieta e riduce il rischio di osteoporosi-800IU di vitamina D è raccomandato ogni giorno.

•  caffeina, alcol e l'assunzione di sale sono fattori di rischio per l'osteoporosi perché causano il rene per aumentare la perdita urinaria di calcio dal corpo. Limitare l'assunzione di caffè o di tè a tre tazze al giorno e ridurre l'assunzione di sale al di sotto di 2000 mg al giorno. L'assunzione di alcool dovrebbe essere limitata a piccole quantità.

•  Un importante fattore di rischio per ottenere l'osteoporosi è il fumo. Il fumo aumenta i fattori di rischio per ottenere molte condizioni mediche, tra cui tumori, così come riduce la resistenza ossea. Si può anche portare a precedenti la menopausa e diminuire la circolazione dell'ormone estrogeno nel corpo che provoca più perdita di massa ossea.

•  di peso è un altro fattore di rischio per aumentare il rischio di ammalarsi di osteoporosi. Le persone che pesano meno di 127 libbre. sono a più alto rischio di osteoporosi (questo numero può variare a seconda dell'altezza). Dieta e nutrizione sono importanti per mantenere le ossa e il corpo in salute ottimale. Mangiare più equilibrato, pasti nutrienti e regolari che esercitano con pesi aiuterà a ridurre il rischio di osteoporosi.

•  Alcuni farmaci possono aumentare la perdita di calcio dal corpo, aumentando così il rischio di avere l'osteoporosi, per esempio, farmaci steroidei e farmaci per malattie della tiroide, coaguli di sangue e convulsioni.

Consigli:

  • I segnali di pericolo di osteoporosi può essere la perdita di altezza a causa di fratture vertebrali, cifosi (gobba della vedova o curivng della parte superiore della schiena), storia di fratture ricorrenti.
  • Le donne che soffrono di menopausa precoce, prima dei 40 anni sia naturalmente o attraverso la rimozione chirurgica delle ovaie o che siano stati sottoposti a radioterapia o chemioterapia sono a più alto rischio di sviluppare l'osteoporosi in età precoce.
  • Questo articolo non è un sostituto o la sostituzione per la ricerca di visita medica dal proprio medico curante.